Ricostruzione Ossea

L’osteointegrabilità è relativa all’implantologia dentale e al successo che si ottiene quando viene posizionato un impianto dentale con protesi fissa.
L’impianto dentale infatti viene fissato nell’osso mandibolare e mascellare attraverso il posizionamento dei perni che solitamente sono in titanio, materiale caratterizzato da purezza e altamente biocompatibile, che preserva da infezioni e possibili rigetti.

Nel caso in cui l’osso non fosse sufficiente si può optare per l’uso di materiale sintetico biocompatibile che svolge la stessa funzione e nello stesso lasso di tempo.

Re-Oss™

Il Centro implantologia Dentale priamar utilizza Re-Oss™ che è un biomateriale indicato per il riempimento e/o accrescimento dei deficit ossei intraorali/maxillofacciali quali ad esempio deficit parodontali infraossei, difetti delle biforcazioni, deficit delle creste alveolari, siti postestrattivi, rialzi di seno mascellare

• La Morfologia molecolare in grado di incentivare l’attecchimento osteoblastico.

• Struttura solida 3-D

• 100% Sintetico

• Idrofilia migliorata

• Osteoconduttivo

Ricostruzione Ossea Metodo L - PRF


L-PRF è un protocollo biologico di fibrina autogena polimerizzata fisiologicamente, ricca di piastrine, leucociti, fattori di crescita e proteine plasmatiche (tra cui fibronectina e vitronectina).

Per ottenere la molecola naturale di fibrina con struttura trimolecolare, quindi particolarmente elastica, è sufficiente prelevare in studio il sangue del paziente con l’appposito Kit monouso.
Il prelievo ematico viene centrifugato all’interno dell’IntraSpin (unico protocollo certificato medical device, FDA e CE per uso odontoiatrico) senza l’utilizzo di anticoagualante in provetta e senza ulteriore manipolazione. Infatti L-PRF risulta essere l’unico concentrato piastrinico a sistema di preparazione “chiuso”.

Le membrane di L-PRF con struttura trimolecolare, bioattiva fisiologica, sono particolarmente elastiche, robuste, nonchè resistenti e suturabili.

Nei 7 giorni successivi all’atto chirurgico, grazie al graduale rilascio di fattori di crescita, L-PRF favorisce attivamente una rapida cicatrizzazione dei tessuti molli, oltread una più rapida guarigione ossea, anticipando i tempi di mineralizzazione della matrice ossea stessa e del rientro clinico. Inoltre L-PRF favorisce l’annidamento degli osteoblasti sul titanio e l’adesione con i biomateriali.

Un innovativo campo di impiego delle membrane L-PRF riguarda la ricopertura delle recessioni gengivali: attualmente diversi centri internazionali impiegano tale protocollo in sostituzione degli innesti connettivali palatali. Inoltre L-PRF è un indispensabile presidio per riparare la membrana di Schneider durante gli interventi di sinus lift.

L-PRF è utilizzabile anche nei casi di Applicazioni in chirurgia orale, parodontale e maxillo-facciale:  • difetti ossei  • estrazioni  • rialzo di seno  • difetti palatali  • atrofia dell’osso mascellare